L’inizio istintuale

Luna.

Chiedo a lei di guidarmi in questa avventura sul web.

Sento il bisogno di uno spazio mio, dove raccogliere le idee, dove potermi rileggere, dove fare il punto della situazione.

La luna mi ha sempre ispirato nei momenti di meditazione, soprattutto agli inizi.

Chiudevo gli occhi, ed eccola lì.

Ho iniziato le prime meditazioni nel 2005 o 2006, e spesso ha illuminato i miei occhi chiusi, come una pacifica presenza.

Spero che mi sia di ispirazione per accogliere il suo influsso nella mia vita, lei così femminile, così discretamente luminosa.

Lei che illumina il buio.

E’ la mia parte umana, che mi sia di guida. La mia personalità è pervasa dalla Luna, e questo non a detta mia, ma dell’astrologia vedica.

Portare una perla ne esalta il potere.

Sono arrivata alla soglia dei miei 40 anni, e sento la necessità di riallineare la mia vita al mio spirito. Sono moglie, compagna di vita, mamma e molti altri ruoli, ma ciò che importa è vivere nell’armonia con se stessi (in primis) e con gli altri, soprattutto mio marito e mia figlia.

Non è sempre facile gestire la vita esteriore con quella interiore, spero che questo spazio mi aiuterà in questa direzione.

Intanto, proprio in questi giorni stavo riflettendo sull’essere coerenti con se stessi versus non offendere gli altri.

E’ una grande dicotomia, e qualche tempo fa forse avrei preferito mantenermi carina e gentile per esser sicura di non offendere, e forse anche per continuare a “piacere” diciamo così, per non attirarmi critiche (inconsciamente). Ebbene, trovo questo comportamento estremamente deleterio per la propria.. vitalità!

Lungi da me voler offendere intenzionalmente, soprattutto chi ha delle buone intenzioni… tuttavia il buonismo non è coerenza con se stessi.

Se mi sembra di aver subito un piccolo torto e mi devo ritrovare a fare buon viso e sorrisini, ecco la mia parte istintiva ribollire dentro di me.

Diamole un po’ di spazio per esprimersi, forse si calmerà e un equilibrio sarà ripristinato.

Quindi ho capito che non posso più stare zitta. O meglio, starò zitta per non parlare a vanvera in determinate occasioni, mentre sarò più decisa ma franca in altre.

In barba al buonismo e al falso bon-ton.

Chi ha letto il libro “Donne che corrono coi lupi” di C. Pinkola Estès, capirà di cosa sto parlando. Dell’istinto che in qualche modo deve comunque saltar fuori.

Dell’istinto che se viene represso, ti fa fare incubi, ti trasforma la vita. Diamo spazio al nostro lato oscuro, perché è vitale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’inizio istintuale

  1. Beata di Luna ha detto:

    Forse dovremmo imparare ancora qualcosa dalla natura, dalla luna, e cioè che esiste un tempo per aprirsi al mondo ed un’altro per fare i conti con noi stessi… e allora sarebbe più facile trovare un equilibrio tutto nostro…
    Passa da me, se hai voglia: forse il mio blog ti piacerà 😉

  2. Chandana ha detto:

    Mi è familiare ( e caro) questo legame con la luna,è stata la mia guida e maestra e lo è ancora.E comprendo bene il discorso sull’istinto,”Donne che corrono coi lupi”è un libro che staziona sul mio comodino, in consultazione.E poi ho iniziato a praticare”ufficialmente” meditazione nel 2007 🙂 Mi sa che abbiamo tante cose in comune.A presto,Chandana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...