Essere vs fare

L’altro giorno mi è capitato tra le mani un diario di qualche anno fa, su cui prendevo nota di alcune meditazioni e di qualche pensiero di yoga. E mi è saltata all’occhio una frase, che non credo sia un aforisma famoso, ma semplicemente un monito lasciatoci dall’insegnante di yoga che avevo all’epoca:

L’essere è più importante del fare.

E, sebbene all’inizio la frase mi abbia colpito, forse perchè non la ricordavo, o perchè non riuscivo bene a collocarla in un contesto, o semplicemente perchè mi sembrava efficace, poi ho iniziato a rimuginarci sopra, e mi sono chiesta e richiesta cosa significassero “essere” e “fare“.
Essere buoni è meglio che fare i buoni? Essere virtuosi è più importante del fare qualcosa di virtuoso? E fare qualcosa di buono non significa essere virtuosi?
Se faccio del male, non è già un “sintomo” del fatto che io non sia buono?
Oppure, parlando di vita pratica, tenere in ordine la casa è meno importante di pregare o meditare? Certamente sì. Ma vivere nel disordine e non preparare da mangiare per gli altri può essere positivo, a fronte di dedicare tempo alla spiritualità?

Insomma, questa frase mi sembrava che lasciasse il tempo che trovava.
Finchè poi ho preparato la casa e la festa per la mia piccolina. E dopo un’oretta di riordino e di preparazione di panini e cose varie, mi sono sentita improvvisamente come svuotata del significato dei festeggiamenti, anche perchè mi sono resa conto che i preparativi potenzialmente sarebbero stati infiniti. Riordinare, sarebbe potuto durare per ore. Curare i dettagli degli addobbi e le cose per gli ospiti, idem. Quindi mi sono fermata e ho chiuso gli occhi. Ecco che per un momento ho ritrovato calma e pace interiore. E anche la gioia di festeggiare la piccola con qualche amichetto.
Ed ecco, che l’essere era più importante del fare. Ecco che quella frase è stata ri-contestualizzata, e mi sono ricordata anche alcuni passaggi della mia insegnante di yoga: durante la pratica (yoga), non bisogna “fare”, ma “esperire”, sentire, vivere un’esperienza. Ma non fare. Essere!

Ed ecco, che l’essere è tornato più importante del fare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Essere vs fare

  1. Esperire…bellissimo verbo. E’ attraversare un’esperienza fino in fondo,con ogni componente di noi stessi,fisico,spirituale,mentale.Solo così si acquisisce consapevolezza. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...