Postumi dell’insonnia

Qualcosa oggi non va.

Qualcosa di sottile, come quando vorresti dire una parola e invece te ne esce un’altra, senza senso.
Dire ad esempio “Rometta e Giulieo”, o chiedere a qualcuno se usa il lavoro per computer, o dire “Dieci anni di finanziamento” invece di “fidanzamento”.
O come quando vorresti andare in un posto, ma, sovrappensiero, segui la macchina davanti a te e giri dove gira lei.
Mettere il dentifricio nell’armadietto delle conserve e non trovarlo più.

Cose così.
Oggi mi sembra tutto un po’ ondeggiante.
Il motivo: stanotte l’insonnia l’ha fatta da padrona.
Chissà perché, poi, di notte pensi a delle cose assurde, ingigantendole, negativizzandole. Più vorresti dormire, più questi pensieri si affollano.
Sarà stata la digestione, la piccola che si svegliava chiamandomi, il caldo, il freddo, la primavera, sta di fatto che per ore mi sono rigirata, svegliando anche mio marito, che ancora però mi sopporta sorridendo.
Ora ho sonno e vedo tutto come se ci fosse il sole di notte!
Ma in fondo, poteva andare peggio… poteva andare come quella volta che dopo aver cenato a base di patatine fritte cotte male, ho sognato che firmavo il patto col diavolo!
Speriamo che la prossima notte vada meglio 🙂

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Postumi dell’insonnia

  1. Catia ha detto:

    Buonanotte, carissima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...