Altra purificazione: il nettalingua

Immagine

Da stamattina ho “resuscitato” un’altra pratica di purificazione che anni fa avevo la costanza di praticare: il nettalingua.

Fa parte sempre della tradizione dello yoga (o forse, meglio, dell’ayurveda), come l’uso della lota. Serve per purificare la lingua, dopo il risveglio, dalle tossine che lì si sono accumulate durante la notte.
E, a mio parere personale, serve anche un po’ a svegliarsi!!
In questo periodo di raffreddore non ancora passato, mi sto riattivando per reinserire nella mia routine quotidiana tutti quegli insegnamenti che avevo fatto miei anni fa, quando lo slancio e l’entusiasmo per lo yoga mi avevano completamente avvolto, e che, chissà come poi, ho pian piano accantonato.

🙂

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...