L’idea di estate

Questa estate, soprattutto il mese trascorso lontano da Milano e dall’ufficio, è stata una specie di collegamento con la mia estate “interiore”. 
Esiste un’estate ideale, in me, fatta di profumi di terra, di giardino, di erba, dell’odore del Ticino, dell’aria pesante che si respira dalle mie parti, molto umida, del rumore delle cicale, un’estate che mi ricorda quelle della mia infanzia, anche della preadolescenza, quando stavo tutto il mese di agosto nella villa dei miei zii e mi immergevo in letture sul prato, quando scrivevo lettere agli amici che stavano ancora al mare fino a settembre, lettere che sapevano di carta e di inchiostro… un’estate di vita all’aperto ad osservare gli insetti, ad annusare i pomodori dell’orto, a raccogliere i frutti imperfetti e buonissimi degli alberi.
Qualcosa quest’anno mi ha ricollegato a quelle estati passate, forse la mia bimba, forse il riposo al mare, che mi ha permesso di abbandonare tutti i “dover fare” che mi impongo normalmente.
Ho capito che quella sensazione di estate è sempre sopravvissuta in me, nel corso degli anni, ed ora che è emersa così, inaspettatamente, penso che forse ci sia sempre questa estate ideale, che sempre ci sia un punto di collegamento con “le stagioni interiori” (ho un’idea anche dell’autunno, dell’inverno, anche se meno forte, e della primavera), sta semplicemente a me trovarlo.

Ora che siamo tornati a casa, anche dalla montagna piovosa e di difficile gestione, e che sta ricominciando il normale “tran tran”, non mi voglio perdere, vorrei anzi ricordarmi dell’estate interiore, di qualcosa di bello che è sempre lì a portata di mano, di una serenità che va coltivata e ricercata.

Non voglio cedere alle serate di stanchezza, alle notti di poco sonno, al caos che presto investirà Milano (ora è tutto chiuso e con pochissime persone… una pacchia), vorrei mantenere vivo questo giardino, estate o inverno che sia, non farmi travolgere, soprattutto non farmi travolgere dalle mie stesse emozioni e reazioni negative che a volte prevalgono sul resto.

Ci sono stati momenti in cui mi vedevo come in un tunnel, o come chiusa dentro ad un armadio. Momenti bui, come non mi capitava da tempo. Mi sono affidata a ciò che conoscevo, ovviamente: lo yoga, e ho ricominciato ad appendere quadri al tunnel e a cercar la combinazione per aprire la porta dell’armadio. Tutto è un riflesso di quello che ci portiamo dentro. C’è un tunnel, e mi sentirò in un tunnel, c’è un giardino d’estate, e mi sentirò in un giardino.

Vorrei tenere viva questa connessione, tipo un cordone ombelicale con la vita e la calma interiore.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’idea di estate

  1. tiptoetoyourroom ha detto:

    Che bel pezzo che hai scritto. Mi piace molto l’idea delle stagioni interiori, che possiamo variare noi senza lasciarle in balìa del tempo, come non si può evitare per le stagioni vere.
    Quest’estate mi sono accorta di essere meteoropatica (o lo sono diventata, chissà…) e giornate grigie e buie e vuote come questa non mi aiutano. Di solito provo a superarle con la musica, che riesce ad entrami dentro portando sensazioni più belle.
    Mi piace leggerti, sento che mi fa bene… 🙂

    • auradiluna ha detto:

      Ciao cara! Hai visto che oggi c’è il sole? Anche a me le giornate grigie non aiutano, ma a volte hanno la loro bellezza anche quelle, e poi alla fine servono a farci apprezzare di più il sole, no? Quale musica ascolti? Tori Amos? Un abbraccio!

      • tiptoetoyourroom ha detto:

        In certi momenti ci vuole qualcosa di soft, soprattutto ora che, avvicinandosi le nomine, sono piena di cattiveria, di rancore, d’ira verso chi ha determinato e continua a determinare le mie “scelte” in fatto di lavoro! Mi aiuta Elisa con il suo “Lotus”, ad esempio… altre volte ho la mia canzone per rimettermi in piedi: “Ho ancora la forza”, di Guccini e Ligabue.
        Bella giornata a te 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...