Tosse e psico-magia

Non voglio dirlo troppo forte… ma la mia piccolina forse forse sta diventando più… tranquilla, meno capricciosa, più… ragionevole.
Spero che i “terrible two”, come vengono definiti i due anni dei bimbi, capricciosissimi e ingestibili, stiano volgendo al termine! E’ così adorabile e tenera quando non fa le solite scenate di testardaggine per cose banali!!!

Mi sembra che negli ultimi giorni sia più attenta ad ascoltare ciò che le si chiede di fare (tipo: lasciarsi mettere il giubbotto prima di uscire, cambiare il pannolino, …).
Nell’ultimo periodo è spesso malata, con tosse, raffreddore forte, a volte febbre, per cui il dover stare in casa, nostra o dei nonni, spesso è fonte di una lieve irritabilità, e che tuttavia è un’irritabilità migliore dei capricci che solitamente mette in atto per sfidarci nelle cose più normali.

Complice un interessante blog che spesso leggo, Gli stivali delle 7 leghe, mi sono posta qualche domanda su questa tosse e questo raffreddore così insistenti, visti in ottica di psicosomatica, ma soprattutto di potenziale di auto-guarigione.
Mi sono chiesta perciò se la tosse della piccola potesse avere qualche significato, se fosse la manifestazione di un disagio, e cosa avrei potuto fare per aiutarla. E, per prima cosa, ho provato a cambiare il mio comportamento verso di lei, per permetterle di vivere in un ambiente più sereno (una delle possibili interpretazioni della tosse era appunto una reazione ad un ambiente “soffocante”)
In linea con il primo passo del “kriya yoga stile di vita”, di cui nel precedente post, ho provato a portare un po’ di calma nel mio rapporto con lei. Basta con pretese forse eccessive, basta contrastarla al primo accenno di capriccio.
In barba alla nostra pediatra, basta con il dimostrare “chi comanda” (che, nel nostro caso, era la mia piccola, alla fine…!) che portava solo ad inutili testa a testa (?!).
Piuttosto, sto provando un approccio più “da adulto”, cercare un compromesso, mantenere la voce tranquilla, farle più sorrisi o semplicemente facce contrariate, se del caso. E devo dire che per ora sta funzionando.
Lei mi sembra anche più responsabile (si può dire responsabile, di una bambina di due anni??).

E per quanto riguarda la tosse… stiamo provando con la magia 🙂
Sempre tratto dallo stesso blog, da quest’altro post, riporto una filastrocca “magica”, contro la tosse:

Le cicale della tosse
Hanno ali verdi ma gole rosse
Cantano sempre ma cantano male
Schiacciale quelle cicale
Bruno Tognolini, Mal di pancia calabrone

Intanto, gli ultimi giochi insieme: ieri, per la prima volta dopo giorni, siamo state qualche minuto fuori, a caccia di pozzanghere, per poi rientrare e buttarci a capofitto nella realizzazione di un’opera d’arte…

image_2image_3

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tosse e psico-magia

  1. Emanuela ha detto:

    il mio meraviglioso Unai è entrato adesso nei ….terribili 2 anni…….che sono davvero tali, lo dico con esperienza di tre figli alle spalle……ciò che mi ha aiutato è stato il fatto che ero (…come i miei tre adulti , ora, rimarcano ridendo)un pò giovane e un po’ incosciente…..Ma che lotte!!!!!
    Credo che il muro contro muro non funzioni MAI. Credo che il dimostrare chi comanda funzioni meno ancora. Ho sperimentato che serve molto di più cercare di capire. Ma non capire i loro atteggiamenti provocatori, che ci stanno, devono dimostrare CHI SONO, capirlo a loro volta e capire e saggiare le nostre reazioni!
    La strada giusta è quella che hai intrapreso.Continua, anche se poi ti viene mal di stomaco…..
    Un abbraccio Emanuela
    PS….per la tosse, che sicuramente è la manifestazione di altro ( Silvia in questo mi ha sfidato per anni ….) prova a fare questo: taglia a fettine un paio di carote e mettile in un contenitore chiuso, cospargendo con zucchero di canna. Dalle il liquido che si forma a cucchiaini, come un dolce, come una coccola…….e le calma la tosse!)

    • auradiluna ha detto:

      Intanto grazie per il suggerimento pratico: non l’avevo mai sentito!!
      Per quanto riguarda i “terribili due” e i capricci in generale, è stato già un notevole passo in avanti controllare le MIE reazioni, dato che normalmente ci metto poco a innervosirmi con la piccola, ma ora che sono più serena, lo è anche lei.. o viceversa…! venerdì ha vinto la coccarda “sono stata brava dal dottore” dopo la visita dalla pediatra!! 😀
      Un abbraccio Emanuela!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...