La nascita della Luce (la memoria di Dio: 6° passo)

Si dice che in inverno, nelle giornate così buie e dove il dì è così breve, la ricerca della luce sia fondamentale.

Il Natale stesso è la nascita della Luce, in senso interiore, e sento di avere un gran bisogno di questo evento, proprio perché mi sento un po’ barcollante nel buio.

Ieri alla lezione di yoga abbiamo praticato il surya namaskar con il preciso intento di ricercare e risvegliare la luce.
In quest’ottica, mi avvicino all’ultimo degli esercizi che mi sento di proporre (in realtà il libro ne tratta molti altri), e forse il più “difficile”: LA MEMORIA DI DIO.

Sfruttando il periodo natalizio, dove si rinasce a nuova vita, dove la luce viene esortata a inondare i cuori, dove si inizia ad affrontare la stagione più rigida con una nuova consapevolezza interiore, mi viene forse più semplice pensare a Dio come ad un amico, che, come suggerisce Jayadev, si siede in salotto di fianco a noi.
L’esercizio consiste nel pensare a Dio come ad un caro amico vicino, inizialmente per pochi istanti al giorno, poi via via sempre più a lungo, per tutto il tempo.

Ecco in cosa consiste l’allenamento:

-Scrivi sul quaderno quanto è sviluppata la tua memoria di Dio, da 1 a 10. In quali momenti del giorno lo ricordi più facilmente?
-Se la tua memoria è debole, cosa ti impedisce di ricordare? Quali gli ostacoli interiori?
-Cosa può aiutarti a sviluppare la memoria di Dio? Quali persone film, libri?
-Scrivi sul diario cosa farai ogni giorno concretamente per praticare la memoria di Dio.

Per quel che mi riguarda, sento che tutte queste “attività”, che tutti gli esercizi proposti, compreso il praticare la presenza di Dio, siano abbastanza difficoltosi o macchinosi, senza la meditazione.
Nell’ultimo periodo ho avuto degli alti e bassi in questo senso, la vita quotidiana mi ha spesso travolto, ma senza questo importante momento di meditazione, i problemi si moltiplicano tra di loro. Al contrario, basta davvero poco per sentirsi centrati e in sintonia con il proprio Sé. Come uno schioccare di dita.

“Più grande dell’attività, della devozione e della ragione, è la meditazione. Meditare veramente significa concentrarsi unicamente sullo Spirito. Questa è la meditazione esoterica; è la più alta forma di attività che l’uomo possa compiere, ed è la via più equilibrata per trovare Dio”

“Miei cari, una volta ero come voi. Ho camminato sulla terra cercando la verità e la felicità, ma ogni cosa che mi prometteva gioia mi ha dato, invece, infelicità. Perciò mi sono rivolto a Dio. Tutti voi dovete scoprire la vostra stessa divinità e guadagnarvi il regno di Dio”

P. Yogananda, L’eterna ricerca dell’uomo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a La nascita della Luce (la memoria di Dio: 6° passo)

  1. Catia ha detto:

    Ciao Daniela,
    sotto l’albero troverò “Lo yoga di Gesù” di Yogananda. Non vedo l’ora di cominciare a leggerlo!
    Dio è sempre presente nella mia vita, anche quando questa mi travolge. E questo mi da molto conforto.
    Allora, durante le vacanze, se hai tempo, porti la tua piccolina a vedere il presepe di Baggio? Ti ricordi che l’hanno scorso ne avevamo parlato?
    un bacio grande a tutti voi e se non ci sentiamo prima tanti cari auguri di Buon Natale!

    • auradiluna ha detto:

      Cara Catia!
      Mi ricordo del presepe di Baggio, ma hai fatto bene a rinfrescarmelo perché ci avevo pensato quando era ancora novembre credo… La vorrei portare!! Come si chiama la chiesa?
      Sei sempre ispirante per me, auguro delle buone feste a te e alla tua famiglia, ti seguirò su instagram!
      😀
      Ps: sai che quel libro non l’ho ancora letto? Poi mi dirai com’è!!

  2. tiptoetoyourroom ha detto:

    In effetti (anche se, come sai, non sono pratica) credo che ci voglia l’abitudine alla meditazione per riuscire a seguire e a riunire tutti i passi che ci hai proposti. Altrimenti (credo) si rischia di svolgerli come sterili esercizi e forse non è questo il senso.
    Intanto ti auguro buone feste da qui, poi magari ci si sente… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...