Giallo come il Citrino

Il mio oroscopo vedico, che mi ero fatta leggere circa 9 o 10 anni fa, si concludeva con alcuni consigli, tra cui dei rimedi su come abbandonare la perenne negatività che all’epoca avevo, la depressione, la tendenza ad essere troppo severa con me stessa.
Prima cosa fra tutte: basta con i vestiti neri (il colore di Saturno), e se proprio dovevo farlo, il giorno dopo vestirsi di bianco, o meglio ancora, di GIALLO.

Dovete sapete – e quante volte l’avrò scritto? – che il giallo è in assoluto il colore per cui la mia piccola va pazza. Lei dipingerebbe il mondo di giallo. Ama il giallo.
E dovete anche sapere che se c’era un colore che io odiavo profondamente (prima della sua nascita!) e che non potevo vedere se non nei quadri di Van Gogh, era proprio lui: il giallo.
Non appena il povero “indovino” mi ha suggerito il giallo, ho avuto un moto di indignazione. Cose tipo sangue alla testa, come se mi avessero inflitto un insulto.
Giallo?? IO?? MAI.
Ma poi lui mi ha convinta con una semplice prova tattile: tenendo le punte di pollice e indice a contatto con forza e toccando con l’altra mano qualcosa di colore nero, mi ha aperto le dita come se fossero di burro. Toccando il giallo, non si sono aperte.
Il giallo è il colore di Giove, il pianeta “guru”, mi ha spiegato, quel pianeta che nella mia mappa astrale era molto “scarso”, mancava, era “basso”. E proprio per questo non mi piaceva il giallo: non suonava nelle mie corde, non faceva parte del mio quadro astrale, a mio discapito.
“Ma come faccio? mi devo vestire di giallo??”.
Non era necessario: molto meglio usare una bella pietra. Un Topazio Giallo! Oppure, un più economico Quarzo Citrino.
Proprio la pietra che mi aveva indicato la mia insegnante yoga dell’epoca, conoscendomi.
Meglio se portato sull’indice della mano destra. Ma un anello adatto non l’ho ancora trovato. Ne ho uno che mi va sull’anulare, ma sull’indice ancora nulla.
Oltretutto, sarebbe bene che la pietra toccasse la pelle.
Così sono seguiti anni e anni con un ciondolo di citrino al collo, braccialetto di citrino e via dicendo.
Ultimamente me ne ero un po’ dimenticata, ma la stanchezza dell’ultimo periodo mi ha fatto aprire il libro di cristalloterapia, e alla voce “stanchezza”, tra le altre pietre (che mi vorrei procurare) figurava di nuovo il Citrino.
Oggi sto portando questo della foto, ma mi sa di un “falso” (esistono falsi citrini ottenuti per riscaldamento dall’ametista). Provvederò il prima possibile.
Intanto, ecco alcune proprietà del quarzo citrino (quello vero):

Il quarzo citrino aumenta l’autostima e infonde fiducia in sé stessi, calma interiore e sicurezza. Rinvigorisce in modo sano il senso dell’io e del nostro essere individuale. Ci aiuta a comprendere e accettare le critiche e il flusso degli eventi. Dona sicurezza e coraggio di vivere. Rende più vigili e attenti. Dà chiarezza al pensiero, infonde gioia e dinamismo, aiuta a vincere la depressione e a superare più felicemente le fasi di cambiamento.

È una pietra particolarmente adatta per le persone incerte e dubbiose, per coloro che normalmente privilegiano il pensiero rispetto all’azione.

Il citrino ha poi qualità energizzanti e tonifica contro la stanchezza cronica. Sul piano fisico aiuta anche la digestione contribuendo all’attività della milza e del pancreas. Inoltre favorisce il funzionamento dei reni riducendo la formazione dei calcoli. Aiuta, infine, a proteggere da veleni e sostanze tossiche.”
Fonte: http://www.segnidicristallo.it

Non da ultimo, diverse volte ho pensato che la mia piccola mi è capitata proprio a pennello, lei e il suo giallo “sfrenato”!! 😀

DSC_0826

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Giallo come il Citrino

  1. tiptoetoyourroom ha detto:

    Cristalloterapia? Come mi affascinano queste cose! La mamma di una mia alunna è una gemmologa ed ora si è data alla cosmesi ricavata proprio da gemme et similia. Questo è il suo sito, se ti piò interessare (il logo è opera della figlia quando aveva solo dodici anni):
    http://www.mineralma.it/
    Comunque anch’io ho sempre odiato il giallo. Quando ero piccola e alla domanda “Qual è il tuo colore preferito?” qualche amichetta rispondeva “giallo”, ero scioccata!! Il bianco invece mi piace molto e adoro vestirmi tutta di bianco 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...