Rigenerarsi e ripartire

DSC_0988

Mi viene naturale cercare di fare un bilancio alla fine delle vacanze.
Sarà che già alle elementari mi aspettava sempre il fatidico tema “le mie vacanze”, sarà che alle medie dovevo tenere un diario in vacanza (ma la prof di italiano davvero si aspettava un diario che contenesse i fatti miei da raccontare a lei?? non sapevo mai cosa scrivere, perciò…), ma ho preso l’abitudine di chiedermi com’è andata, sto cercando di tirare un po’ le somme.

Ovviamente il rientro al lavoro non è mai divertente, ma spero che la ricarica energetica, il riposo, lo stare con la piccola, i ricordi delle giornate al mare, mi serviranno per affrontare meglio il nuovo anno (settembre è sempre un po’ come capodanno, si riparte).

Avendo avuto un mese intero di ferie, mi sono resa conto di come all’inizio fosse dura staccarmi dal “dover fare” tipico della vita casa-lavoro, per cui vedevo, e avevo, impegni ovunque. Per fortuna poi c’è stato il riposo al mare, il vedere la piccola strafelice della sabbia, dell’acqua, del secchiello e paletta, dei “ciuffi” in mare, di giocare col suo instancabile papà. Vederla contenta è stata la cosa più bella.
Non sono mancati i capricci, che non ho ancora imparato bene a gestire (sembrano non finire mai!), che mi hanno messo di cattivo umore, però erano ampiamente bilanciati dalle giornate positive,  dalla gioia costante e dall’entusiasmo della piccola. E comunque mi sembra sempre di dedicarle poco tempo, poca attenzione, e di essere sempre presa da altre cose anche quando sono con lei.
Perciò oggi, complice la pioggia, vorrei giocare con lei in casa, o fare qualche bel disegno a tempera (cosa che lei adora), o, perché no, praticare un po’ di yoga insieme (che con lei è sempre un gioco, dove mi aiuta a entrare nelle posizioni, tirandomi, spingendomi, passandomi sotto o sopra, ma molte posizioni le mantiene anche lei, tipo la pinza, l’albero, la locusta – quasi).

Per quel che riguarda me, anche se non ho portato a termine alcuni piccoli progetti e intenzioni che mi ero prefissata, mi sono rigenerata.
Intanto ho letto e scoperto un autore che non conoscevo e che non mi ispirava molto, ma mi sono dovuta ricredere sul suo conto: Lovecraft.
Sul lettore e-book ho tutte le sue opere, e sono partita, su consiglio di mio marito, dai racconti tratti dai suoi sogni. Le esperienze oniriche mi interessano sempre, e le sue devo dire che sono particolari, sono dei sogni talmente vividi (non parlo dei racconti, ma dei sogni raccontati per lettera a degli amici) da sembrare impossibile che avesse avuto una simile lucidità durante il sonno! Argomento da approfondire sicuramente!

Sempre pensando al rigenerarmi-ricaricarmi, mi sono sottoposta a delle sedute di reiki. Non so ancora bene se abbiano avuto o no un effetto reale su di me, qualcosa hanno smosso, ma non mi vorrei sbilanciare a riguardo… voglio dire, mi sento meglio, ma non so se attribuire i meriti al sonno, alla vacanza, o al reiki, o a tutto.

Per quel che riguarda lo yoga, ero piuttosto scoraggiata, mentre ora ho una gran voglia di praticare, hata yoga, meditazione, tutto (il come non so, ma l’intenzione c’è).
E’ anche successo che una persona mi ha ricordato l’importanza di tutto questo, una persona che si trova in ospedale, con gravi problemi fisici.
Ero già stata a trovare questo signore (un amico), ma l’altra mattina ci sono tornata da sola, e restando sola con lui, potendoci parlare liberamente, aiutandolo anche un pochino, mi sono resa conto della grande fede e spiritualità che ha, cosa che in tanti anni di conoscenza non avevo ben messo a fuoco. Mi ha ridato uno stimolo a continuare, e a cercare sempre più la via dello yoga e il maestro (anche lui segue il mio stesso sentiero), ma non è solo questo.
E’ stata, credo, una frase, qualcosa che ha detto in maniera così sentita che mi ha davvero colpita, per giorni.
Parlando di spiritualità, di esperienze in quel senso, di un viaggio fisico che lui aveva fatto in un luogo sacro, descrivendolo ha detto: “E’ una cosa… che ti porti dentro…” e in quel momento mi è sembrato di aver capito tutto. Tutto quel che mi manca. Quel dentro, è quello, che voglio cercare, che voglio trovare.
Quella cosa che poi ti porti dentro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Rigenerarsi e ripartire

  1. Alessandra ha detto:

    Ciao carissima! Quanti spunti, accidenti! Intanto ti dico subito che i miei alunni mi raccontano di tutto per iscritto, quindi mi sa che la tua prof. ha tentato di precorrere i tempi. Forse sarebbe contenta di insegnare oggi 😉
    Anche le mie vacanze sono state rigeneranti, sebbene mi sia stancata molto. In giro a piedi per calli e campielli e soprattutto ponticelli (che sono tanto suggestivi quanto numerosi e inevitabilmente da scalare) è stato faticoso, ma la bellezza che ci accompagnava o ci attendeva alla fine del percorso ripagava di tutto e la sera si andava a dormire stanchi ma felici. Trieste, poi, è stata una scoperta magnifica, ma te ne parlerò via mail. Ora attendo di ricominciare, ma un po’ triste per la rapidità con cui questa estate è passata…
    Quanto dev’essere bello veder crescere la piccola…
    Un abbraccio…

    • auradiluna ha detto:

      Ciao Alessandra, che bello sentirti, e che bello sapere che mi scriverai! Quest’estate mi sono tornate in mente le lettere cartacee che dopo le vacanze scrivevo e ricevevo da amici e amiche, che nostalgia! E mi sei venuta in mente tu coi tuoi racconti tipo “il ghiacciolo azzurro”! Ma dove sei stata esattamente?
      Anche per me sono state molto veloci le vacanze, nel senso che le ho percepite così.. Ora ne vorrei delle altre!!!!
      Un abbraccio a te!!

  2. melissa ha detto:

    Ciao!
    sono da poco tornata dal mare e devo dire che queste sono state le vacanze più belle da quando c’è il mio bimbo. Sarà la maggiore autonomia, sarà i primi amici della spiaggia….io sono riuscita anche un pochino a rilassarmi (parola grossa!!).
    Questo settembre riparto subito sprint tra esami e nuovi corsi, routine della scuola maternae un timido desiderio di ritornare a yogare un pò….A presto!!!

    • auradiluna ha detto:

      Ciao Melissa, ma che bello sentire che sei riuscita ad avere una vacanza come si deve..hai ragione, più crescono e più si respira…io grazie ai turni con mio marito sono riuscita anche a leggere in spiaggia! Io avrei voglia di andare ad Ananda!!!

      Inviato da smartphone Sony Xperia™

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...