Papà, ti racconto una storia

“Papà, ti racconto una storia.
C’era un uovo, e dall’uovo è nato un pulcino.
Poi il pulcino e la sua mamma sono andati alla materna, e la mamma stava lì.
Poi alla materna sono arrivati dei pipistrelli, e la mamma e il pulcino sono scappati, mentre le maestre cercavano di mandar via i pipistrelli.
I pipistrelli erano usciti dalla loro grotta perché c’era un teschiosauro [da Winnie the Pooh] che li aveva spaventati.”

Una storia avventurosa, nata da un uovo sulla copertina di un libro.
La piccola non si è ancora abituata all’idea di stare a scuola e staccarsi dalla famiglia, e a me la cosa causa sempre tristezza, seppur sia convinta della scelta.

Quando siamo insieme, cerchiamo di farle trascorrere momenti felici, come ieri in montagna (era entusiasta di tutto!)
DSC_0292o lasciandole decidere come preferisce trascorrere il pomeriggio, se in casa coi suoi giochi, al parco o in giardino con altri bambini, girando in bicicletta o monopattino.
E’ felice, una bimba serena, anche se le notti non sono così serene, ed è questo che mi turba un po’.
Comunque sia, sto aspettando che si abitui un po’ di più ad andare a scuola e ad affidarsi alla maestra, salutando serenamente la nonna o il papà (solitamente sono loro a portarla, io purtroppo non riesco)… che è il momento più difficile.
Ogni giorno, quando vado a prenderla, non manca di regalarmi qualche fiore, ghianda o castagna matta che mi ha raccolto durante la giornata.
DSC_0316Questo è solo uno dei numerosi mazzolini raccolti per me ieri (rigorosamente gialli), che mi inteneriscono e mi commuovono 🙂

Ad ogni modo, sia ieri sera che sabato pomeriggio si è messa a giocare spontaneamente con dei bambini che non conosceva, cosa che prima di frequentare la scuola materna non sarebbe mai e poi mai successa. Solitamente ero io ad incitarla e lei ad aggrapparsi sempre più a me chiedendomi alla fine di andarcene via.
E invece ora si lamenta se le dico che è ora di andare.
Per cui… procediamo e stiamo a vedere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Papà, ti racconto una storia

  1. tiptoetoyourroom ha detto:

    Difficile la strada verso l’autonomia… forse più per chi la indica che per chi la percorre.
    Forza! Ce la state facendo, piano piano.
    Un abbraccio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...