Una giornata per me

Mi rendo conto che spesso sono molto, o troppo, centrata sulla piccola.
Non che sia un male, ma poi va a finire che mi sento sfiancata e divento anche un po’ più ansiosa.
Direi che il giusto sta nel mezzo: esiste lei, a cui do la priorità, ma esisto anche io, esiste la nostra coppia…
Lunedì, se tutto va bene, riuscirò a frequentare la lezione di yoga, e, per dirla tutta… mi sono presa un giorno di ferie per me, per fare un po’ con calma a casa, per… portarmi avanti con le pulizie.. o per andare al castello di Belgioioso alla fiera del Vintage (ma non so se avrei davvero il “coraggio”… in fondo devo risparmiare!).
Il punto è che vorrei riprendermi la mia serenità e non sentirmi sempre oppressa dalle incombenze di casa né dal lavoro che è diciamo… insoddisfacente.
Fiera del vintage a parte… quello che mi servirebbe forse è un giro nella natura, che ne so, andare a Ticino a fare due passi (da sola? per i sentieri? e se piove?)… oppure semplicemente riposarmi un attimo. Farmi un bagno caldo con le candele accese, un pranzo a base di riso integrale e tè verde, un po’ di meditazione e qualche lavoro come karma yoga.
Si vedrà.
La verità è che vorrei fare TUTTO.
🙂

Poi, andarla a prendere alla materna e magari trovare qualche suo bel disegno appeso come questo che non smetto di guardare,

IMG-20151013-WA0002

abbracciarla e far merenda insieme, prima della mia agognata lezione di yoga.
Insomma.. non vedo l’ora di lunedì!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Una giornata per me

  1. Catia ha detto:

    Come ti capisco!
    Anche per me si sta chiudendo una settimana ( anzi due) convulsa e confusa.
    Anche io non vedo l ora che arrivi lunedì per cominciare a vivere lentamente.
    Un abbraccio alla piccola e a te naturalmente!

    • auradiluna ha detto:

      Grazie mille, Catia! Mi spiace di sapere che anche tu hai avuto settimane convulse, un po’ come me.
      Ogni tanto una pausa per poter ricominciare al 100% ci serve!!
      Un caro abbraccio a voi!! Ps: fammi sapere dei “sogni” 🙂

      • Catia ha detto:

        Matilde mi racconta sempre i suoi sogni che sono sempre più assurdi.
        Ma anche io ne faccio di strani ultimamente….
        Le dico di scriverti…

  2. Emanuela ha detto:

    ciao, dolcissima Dani, lungi da me fare quella che ” dispensa” consigli, ci mancherebbe…ma siccome mi sono trovata – con gioia immensa – a 28 anni con tre figli … posso solo dirti quella che è stata la mia esperienza.
    ritagliarsi del tempo per sè non è soltanto un diritto ma un DOVERE. E’ chiaro – e so benissimo – che i nostri figli sono la parte più importante di noi, ma noi ci siamo e, prima ancora che come mamme, ci siamo come donne.
    sai, anche io, ogni tanto, mi regalavo una giornata di ferie e, con i bambini all’asilo o a scuola, era davvero vacanza. E facevo del mio tempo ciò che volevo e lo riempivo di cose mie.
    Ma ciò che mi ha davvero illuminato è stato ciò che mi ha detto un giorno Giulia, la mia …bimba …più grande. ” Mami, non ti vogliamo qui a tempo pieno: ti vogliamo serena”. i bambini, come sempre , CAPISCONO .
    Ti abbraccio forte
    EMANUELA

    • auradiluna ha detto:

      Grazie Lela, mi sento più rinfrancata! anche perché in ufficio mi chiedono “Perché stai a casa?” e va a finire che anche se rispondo “per farmi i fatti miei” (ridendo) alla fine mi chiedo se è davvero un giorno necessario o no… quindi sì!!! Spero di non finire a fare mestieri su mestieri 😀

      • emanuela ha detto:

        con Unai, nei periodi di inappetenza, funzionano le polpette;c’è da dire che lui le verdure le mangia, ha avuto uno svezzamento vegetariano ed ha iniziato a mangiare pesce e carne attorno ai due anni: il problema è che non è affatto un mangione…….d’altra parte, se ha preso dalla sua mamma, inizierà a mangiare verso i 10 anni!!!
        fai lessare patate e zucchine ( più o meno metà e metà) e poi schiacciale bene bene, poi unisci un pizzico di sale, un uovo e del parmigiano;se l’impasto fosse troppo morbido aggiungi un po’ di pane grattugiato. Fai delle frittelline e passale nel pane grattugiato, poi tienile un’ora in frigo e, questo punto, puoi friggerle o cuocerle in forno.
        Le patate e le zucchine lessate, a cui aggiungi un po’ di cipolla e sale, puoi cuocerle sempre tipo frittella in un tegame antiaderente. i pomodori maturi puoi invece frullarli con qualche foglia di basilico, una manciata di mandorle, del parmigiano e un pochino di sale: ottima la pasta e le bruschette di pane.
        ciao carissima, alla prossima!
        un abbraccio Emanuela

      • auradiluna ha detto:

        Grazie cara! Quella dei pomodori con mandorle non l’avevo mai sentita! Buon week end

  3. Rossella ha detto:

    Ciao, grazie per l’inserimento nel blogroll che ho appena ricambiato 🙂
    https://occhiditerra.wordpress.com/link/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...