La ricerca della tranquillità

P_20160226_073809

La giornata si è aperta con questa frase a colazione.
Quotidianamente mi trovo a tentare di migliorarmi, di essere meno negativa, più gioiosa, tranquilla e con meno ansia. Non ho ancora raggiunto questo grande obiettivo, ma la ricerca è costante.
Il punto è anche la stanchezza serale. Quando potrei avere del tempo per me, per lo yoga, per un lungo bagno o per dedicarmi a qualcosa di mio, cioè dopo le 22, scatta la spossatezza.
Voglio imparare a gioire dei piccoli momenti che vivo di volta in volta, da sola o con gli altri, la mia famiglia, la piccola. Voglio essere tranquilla in ogni circostanza, togliendomi l’ansia del “dover fare”. Godermi i preziosi momenti con le persone che amo!
Intanto, ieri io e la piccola ci siamo cimentate con le tempere e le cannucce:

Ultimamente poi si è divertita a disegnare la sua famiglia. Mi fa impazzire questo disegno, dove siamo tutti sorridenti e lei così piccolina:

P_20160226_074331

L’ho subito appeso in cucina!
Ma non manca anche una dinamica visione della famiglia, col papà che sorregge tutti, la mamma “equilibrista” e lei in alto in alto che chissà cosa cerca di raggiungere (quello in basso a destra è un’altra lei venuta male e ribattezzato il “simpatico pesciolino” e la casa è un disegno del papà):

IMG-20160226-WA0000
Insomma, sarà che è venerdì, ma oggi mi sento meglio, più tranquilla.
La mia giornata inoltre si è aperta con questo canto cosmico di Yogananda a colazione, che vi lascio da ascoltare:

Buon week end!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a La ricerca della tranquillità

  1. Emanuela ha detto:

    Dai, non pensare solo a ciò che devi fare……i famosi doveri da cui, spesso, ci facciamo rovinafe la vita!
    Devi sempre partire da te e questo non è egoismo, è trovare sempre un po’ di tempo per noi, che si trasforma in tempo buono che pli sappiamo donare.
    Sai qual è per me la regola fondamentale? Iniziare la mattina con anche solo mezz’ora da sola,caffè fetfe biscottate un po’ di musica, una pagina da leggere; poi posso partire !
    Un grande abbraccio
    Emanuela

  2. mattinascente ha detto:

    Per chi ha una famiglia da gestire, penso sia quasi impossibile raggiungere uno stato costante di calma e distacco. Accontentiamoci di alternare, sempre più frequentemente, momenti di calma, a discapito di quelli d’ansia. Comunque il fatto che la tua piccola vi disegni sorridenti è sicuramente un buon segno!!! Anch’io preferisco dedicare a me stessa un momento alla mattina, perché affronto la giornata con una marcia in più. Buon fine settimana.

    • auradiluna ha detto:

      Grazie mille… sì penso che uno stato di calma costante sia una meta quasi impossibile, almeno per ora per me, ma vivere ogni momento pensando alla calma forse si può.. basterebbe un “promemoria” 😀

  3. tiptoetoyourroom ha detto:

    Anche Picasso ha iniziato così, lo sapevi? O forse no: ha iniziato come Michelangelo e poi ha finito così. Magari la tua piccola finirà come Michelangelo. Ognuno ha la sua evoluzione 😉
    PS: per il papà invece la vedo dura…

  4. Ali e Stivali ha detto:

    ri-eccomi 😉
    ricerca di tranquillità, la cosa più bella.
    Un abbraccio

    ps.: ho letto il commento, scusa se rispondo solo ora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...